lunedì , 15 luglio 2019
Novità
Home » cultura » storia » Brevi cenni di storia vercellese dalla notte dei tempi fino all’impero romano

Brevi cenni di storia vercellese dalla notte dei tempi fino all’impero romano

  • L’area di Vercelli era già abitata in epoca preistorica: sono, infatti, stati trovati nel territorio della provincia oggetti ed utensili databili a prima dell’avvento della scrittura.
  • IV secolo a.C. Nella pianura Padana e nell’area vercellese fecero la loro comparsa i Liguri, che dominarono la zona e vi si stabilirono per tutto il IV secolo.
  • I Celti. Diverse tribù provenienti dal Nord arrivarono nella pianura padana e rappresentarono la cultura dominante fino all’arrivo dei Romani.
  • Annibale. Sembra che il condottiero cartaginese fu accolto con favore dai Celti della pianura Padana, molti dei quali si arruolarono come mercenari e diedero un notevole aiuto ad Annibale durante la seconda guerra punica.
  • I Romani. (II secolo a.C.) Si imposero su tutta la pianura padana occidentale; anche Vercelli subì il dominio romano.
  • 89 a.C. Concessione dello ius latii alla città di Vercelli.
  • 21 maggio 43 a.C. Data a cui risale la prima notizia storica scritta in cui si parla di Vercelli. (Lettera di Decimo Giunio Bruto, contenuta nelle Familiares di Cicerone)
  • 42 a.C. Vercelli (Vercellae) diventò municipium. Da quel momento, l’importanza di Vercelli crebbe notevolmente, per la sua posizione strategica sulla strada che va da Piacenza alle Alpi: Pavia (Ticinum), Mortara (Lomellum), Vercellae, Eporedia (Ivrea).
    Vercelli divenne un importante punto di snodo dei traffici commerciali e di sosta delle legioni romane di passaggio.
  • Quinto Vibio Crispo: il vercellese più ricco e potente della storia…

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*