martedì , 19 febbraio 2019
Novità
Home » miscellanea » Domenica 7 ottobre 2007

Domenica 7 ottobre 2007

Coppa Italia: successo al tie-break sul Canavese dopo una faticosa rimonta

(fotografie della partita)

Sabato primo turno del campionato di B2 sul terreno dell’ostico Legnano



S2M VOLLEY MOKAOR VC-EMAIL.IT CANAVESE VOLLEY 3-2

(20-25; 19-25; 25-23; 26-24; 15-8)

S2M VOLLEY MOKAOR VC: Siega 3, Fabbian 8, Di Rosa 11, Olivieri 12, Raimondi 9, Negro 12, Borrini Roberta (L); Segnan, Atanassi 10, Zambon 1, Borrini Federica ne, Lucon ne, Zardo (L) ne. All. Alberto Colombo. Vice-all. Renato Piccolo.

Ace 5 (Atanassi e Siega 2; Raimondi 1).

Muri 5 (Negro 4; Atanassi 1).

Battute sbagliate: 12. Errori-punto totali: 34.

EMAIL.IT CANAVESE VOLLEY: Guglielmetti 4, Tamone 20, Colizzi 9, Nogarotto 8, Lettieri 8, Favot 22, Ponchia (L); Moro, Di Blasi, Mercando. All. Davide Scali. Vice-all. Barbara Medici.
Ace 5 (Lettieri 3; Favot e Nogarotto 1)
Muri 15 (Favot 8; Colizzi 4; Nogarotto 2; Guglielmetti 1).
Battute sbagliate: 12. Errori-punto totali: 39.

ARBITRI: Lorenzo Paolicelli di Torino e Davide Facchetti di Novara.

VERCELLI I paradossi della pallavolo: l’S2M Volley Mokaor Vercelli femminile ha centrato il primo successo stagionale proprio la sera in cui ha fornito la prestazione in assoluto meno convincente, mentre in tante altre occasioni aveva sfoggiato un gioco spumeggiante ed era rimasta a bocca asciutta in fatto di punti. Sabato al PalaPiacco, durante l’incontro valevole per la terza giornata di ritorno del girone 2 femminile della Coppa Italia di serie B, la formazione di Alberto Colombo e Renato Piccolo – nuovamente integrata dal capitano Valentina Di Rosa dopo il forfait di martedì scorso contro il Casale, ma con Nicole Fabbian non al meglio per uno stiramento all’adduttore dell’inguine – ha faticato parecchio per rimontare uno svantaggio di due set all’Email.it Canavese Volley, ancora priva di Valentina Bona (appena operata allo scafoide), ma alla fine ha cancellato lo “0” dalla casella delle vittorie, che rischiava di diventare un pericoloso tabù.

La solidità a muro e in difesa, il gioco dettato con regolarità e precisione dalla regista Pamela Guglielmetti e gli affondi da posto 4 di Katia Tamone hanno permesso al Canavese di aggiudicarsi le prime due frazioni a 20 e a 19. Nella terza frazione le locali hanno approfittato di un calo delle avversarie (soprattutto in regia, con Marina Di Blasi in campo e Guglielmetti a riposo) per conquistare un margine di 11-5, ma il ritorno delle volitive eporediesi ha reso tutto più complicato, fino al sofferto 25-23 conclusivo. Nel quarto parziale troppo contratte le giocatrici della Mokaor per sperare in un prolungamento dell’incontro al tie-break, contro un Canavese nuovamente diretto dall’alzatrice titolare e avanti 11-16 alla seconda pausa tecnica. Quando tutto pareva perduto, però, hanno avuto uno scatto d’orgoglio e hanno messo a segno un filotto di cinque punti che è valso loro il sorpasso in extremis sul 26-24. A quel punto il team di Ivrea, dopo lo sbandamento accusato nel finale del quarto periodo, ha alzato bandiera bianca lasciando via libera all’S2M, in vantaggio 8-4 al cambio di campo prima di suggellare il quinto set sul 15-7. Migliore in campo per le biancorosse Martina Atanassi, autrice di 10 punti negli ultimi tre set e particolarmente in luce nel quarto. Olivieri e Negro a segno in 12 occasioni lungo tutto l’arco dell’incontro. Nella metà campo torinese, sugli scudi Laura Favot (22 punti) e Katia Tamone (20).

La classifica definitiva del girone 2, in virtù anche del successo per 3-2 del Settimo sul Casale, vede l’IBL Bioenergia al comando con 15 punti, il Lilliput secondo con 14, la Mokaor terza con 4 e l’Email.it ultima con 3. Monferrine qualificate alla seconda fase e settimesi quasi certamente ripescate.

È positivo il fatto di aver centrato la prima vittoria – sottolinea coach Colombo -. Nel primo set c’è stato un black-out che ci ha compromesso anche la seconda frazione. C’era nervosismo, voglia di strafare da parte nostra. Alcune mie indicazioni non sono state seguite e le avversarie ci hanno messo in difficoltà. Poi le cose sono migliorate, soprattutto sotto il profilo tattico, anche se restano molti errori da limare. Rispetto a martedì, tuttavia, si è registrato un passo indietro nel gioco”. Tutte cose di cui tenere conto in vista del debutto nel girone A di B2 femminile sabato 13 ottobre al palasport di Cislago (via della Stazione, ore 21), sul terreno della Revincta Fo.Co.L. Legnano allenata da Igor Galimberti e data dagli addetti ai lavori come una formazione da quartieri alti della classifica.

S2M Mokaor in campo con Yleana Siega in regia, Claudia Olivieri opposta, Simona Negro e la rientrante Valentina Di Rosa al centro, Nicole Fabbian e Laura Raimondi (ex della partita) in posto 4, Roberta Borrini libero. A disposizione Martina Atanassi, Federica Borrini, Federica Segnan, Giulia Zambon, il libero Carolina Zardo e la giovane Giulia Lucon, classe 1993, appena prelevata dal Green Volley Vercelli. Il sestetto dell’Email.it è formato da Pamela Guglielmetti, Claudia Nogarotto, Laura Favot, Francesca Colizzi, Katia Tamone e Valeria Lettieri, con Laura Ponchia libero. Indisponibile Valentina Bona, che a causa di una fasciatura rigida non trova posto in panchina, al fianco di Marina Di Blasi, Giulia Moro e Angelica Mercando.

Il primo set si apre nel segno di Colizzi, realizzatrice di tre dei quattro muri attivi (l’altro è di Nogarotto) che lanciano in pochi minuti il Canavese sull’1-6. Prima sosta tecnica sul 5-8. Sul 6-9 Moro rileva Nogarotto in seconda linea. La Mokaor si rifà viva sul 10-11 grazie a Fabbian, Olivieri e un errore a testa di Favot e Tamone, ma le eporediesi, rientrata Nogarotto sul 10-12, riprendono il largo sull’11-15 con Colizzi. Colombo ferma il gioco: la sua strigliata sortisce effetti positivi, dato che le bicciolane impattano sul 16-16 sospinte dai servizi al salto di Olivieri e poi sopravanzano di due lunghezze grazie alle insidiose flot di Raimondi. Time-out di Scali. Dopo il 20-18 firmato da Fabbian su palla tesa fornitale da Siega, l’S2M si spegne di colpo accumulando errori su errori, frastornata dalle battute forzate di Favot. Una schiacciata in rete di Fabbian vale il 20-25 per Tamone (4 punti, alla pari di Colizzi) e compagne.

Nel secondo set Vercelli parte a testa bassa, e con Olivieri e Raimondi vola sul 5-1. Ma la fiamma, si spegne gradualmente e l’Email.it si rifà sotto: due invasioni a rete e un attacco out dell’S2M e un punto di Nogarotto con l’aiuto del nastro ristabiliscono la parità sul 6-6. Sostanziale equilibrio, con molti errori da ambo le parti, fino alla seconda sosta comandata, che vede le squadre sul 15-16. Per la seconda volta nella serata, però, nei momenti clou rimane in campo una sola squadra, il Canavese, pericoloso dalla linea dei nove metri con Nogarotto e sotto rete con Tamone e soprattutto Favot, che si erge a protagonista indiscussa con 7 marcature, 3 delle quali frutto di opposizioni vincenti. S2M più contratto che mai e in completa balia delle avversarie, che intercettano a muro e in difesa qualsiasi palla; Ponchia sempre attenta. Di Tamone il mani e fuori che manda tutti al riposo sul 19-25. Scampoli di gioco nel finale per Segnan e Atanassi al posto di Negro e Raimondi.

Nel terzo set Colombo tiene in campo Atanassi, mentre il suo collega canavesano inserisce Di Blasi in palleggio. L’avvicendamento fa perdere precisione al gioco dell’Email.it (fin lì orchestrato con sagacia da Guglielmetti) e la Mokaor allunga sul 5-1, con Scali che già sul 4-0 chiama a rapporto le sue atlete. Chiusa la prima parte di ostilità sull’8-4, tutto fila liscio fino all’11-5, con Negro tornata a brillare in primo tempo e in fast, ma poi la ricezione viene intimidita dai servizi di Lettieri (time-out di Colombo sull’11-8), il gioco smarrisce precisione e Favot mette il disco rosso ad Atanassi per il 16 pari. Dopo una fast vincente di Negro e l’ingresso di Zambon per Olivieri, tutto sembra irrimediabilmente compromesso con la doppietta di Favot che vale il 17-19, ma Atanassi riapre i giochi con due ace che ribaltano l’inerzia sul 20-19, prima di fare spazio sul 22-22 a Raimondi. Zambon da seconda linea e Di Rosa regalano due set-ball all’S2M; il secondo è quello buono grazie a un attacco in primo tempo fuori misura di Colizzi, ed è 25-23.

Ancora più rocambolesco il successo nel quarto set. Il Canavese, nuovamente giostrato da Guglielmetti, raggiunge per primo gli 8 (a 4) e i 16 (a 11) punti, ficcante in battuta e a muro e trascinato sotto rete da una prolifica Tamone. L’S2M subisce le iniziative altrui quasi senza sosta, aggrappandosi unicamente alle sortite di Atanassi. Sul 9-12 Mercando rileva Nogarotto e sull’11-16 Raimondi sostituisce Fabbian. L’ala testè subentrata prende per mano Vercelli, che sfiora il pareggio sul 21-22 dopo un malinteso tra Guglielmetti e Mercando. Il rientro di Nogarotto è solo l’ultimo di una girandola di cambi che ha già riguardato un breve avvicendamento tra Moro e Lettieri (dal 15-17 al 18-21) e l’ingresso di Zambon per Olivieri sul 20-22. Una battuta sbagliata da Zambon (poco dopo rilevata da Olivieri) e un secondo tocco vincente di Guglielmetti lanciano le ospiti sul 21-24. Qui avviene l’inversione di rotta: Atanassi firma il sesto punto personale del set, poi guida alla riscossa con i suoi servizi le biancorosse, ricompattatesi in difesa. Le eporediesi si afflosciano di colpo: un errore di Favot e un fallo di formazione sanciscono il pareggio, poi due provvidenziali murate di Negro evocano il tie-break.

Dopo tanta fatica fatta nei due periodi precedenti, nel quinto set finalmente l’S2M riesce ad imporre la propria legge e a chiudere con un margine sufficientemente tranquillizzante. Che le padrone di casa abbiano trovato il ritmo giusto e le ospiti smarrito la bussola, lo si nota fin dalle prime azioni: S2M incisivo in battuta con Di Rosa e a muro con Negro e Atanassi, Email.it imprecisa e sciupona. Si va al cambio sull’8-4 per le atlete del presidente Borrini. Moro rileva Nogarotto nel giro dietro. La ricostruzione bicciolana è fluida e le battute di Siega lasciano il segno: dell’alzatrice il punto del 14-7. Dopo l’inserimento di Colizzi per Mercando e il rientro di Nogarotto, c’è tempo solamente per un muro attivo dell’opposta biancoblù prima che Olivieri sancisca la fine dell’incontro sul 15-8 con un velenoso attacco piazzato.

Ufficio stampa ASD S2M Volley Vercelli
Stefano Tubia – (+39) 333.4997540


Per saperne di più sull’ASD S2M Volley Vercelli, vai su
www.s2mvolley.it

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*