lunedì , 18 novembre 2019
Novità
Home » miscellanea » Festival Teatri di Confine

Festival Teatri di Confine

Nella foto una immagine della piazza principale di Santhià Domenica 9 luglio, alle ore 17.30, il Festival Teatri di Confine, organizzato dal Faber Teater di Chivasso e giunto ormai alla sua ottava edizione, incontra l’Ecomuseo e l’Associazione Ovest Sesia di Vercelli presso la Stazione Idrometrica in Via Dora Baltea a Santhià.

Si tratta della prima tappa del Festival in provincia di Vercelli, dove in uno spazio altamente suggestivo il pubblico avrà la possibilità di assistere allo spettacolo “Figurazione” del Silence Teatro di Lovere.

Uno spettacolo itinerante con installazioni scultoree che nasce dalla collaborazione tra il Silence Teatro ed il gruppo artistico Way Art Studio, al quale si deve la realizzazione di numerose statue in gesso a grandezza naturale che ritraggono situazioni di vita quotidiana.
Alle realizzazioni scultoree sarà abbinato un evento teatrale: in compagnia dei versi di “Lavorare stanca” di Cesare Pavese gli attori del Silence proporranno un viaggio che ci riporta alle nostre radici, al nostro vissuto.

Un percorso teatrale attraverso odori, rumori, immagini, imprevisti, ricordi, sogni e sussurri dove tutti quegli attimi di vita così semplici e nello stesso tempo pregnanti di valori, quelle arti, mestieri e fatiche quotidiane in cui riconosciamo il nostro patrimonio storico-ambientale, ma soprattutto umano, sono messi in rilievo con uno stato d’animo continuamente in bilico tra la realtà ed il sogno, lasciando alla soggettività e sensibilità di ogni singolo spettatore il significato interpretativo.

Attraverso un percorso nella nostra memoria rivivono, si trasformano, ci parlano le pietre ed i luoghi della nostra infanzia, del nostro presente o del nostro futuro; ascoltando la strada ascoltiamo il nostro intimo, la realtà quotidiana genera i nostri sogni.

Alla rappresentazione seguirà un aperitivo offerto dalla Provincia di Vercelli, Assessorato Agricoltura, e dalla Città di Santhià.

L’ingresso alla rappresentazione è gratuito.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*