lunedì , 16 luglio 2018
Novità
Home » miscellanea » G.S. Pavic – Olimpia MOKAOR Vercelli : 3-2.

G.S. Pavic – Olimpia MOKAOR Vercelli : 3-2.

Un grande TEO…

… PIAZZANO (mvp, con 22 punti) NON BASTA PER PIEGARE IL PAVIC ROMAGNANO. RIUSCIAMO A GIUNGERE AL QUINTO SET (ndr. che abbiamo giocato molto male) E FACCIAMO UN PUNTO (o ne abbiamo persi due?)!

La cronaca. Peggio di così non potevamo cominciare: il Pavic ci mette subito sotto (5-1) ma Teo Piazzano non ci sta e dalla linea di servizio infila tre aces consecutivi e rimette a posto le cose (5-5). Passato lo “spavento” cominciamo a giocare con grande regolarità (8-10) ed incrementiamo il vantaggio senza troppo penare (9-15; 13-20). Teniamo il cambio palla e chiudiamo il primo set (18-25). Il Romagnano non vuol certo fare la vittima sacrificale e reagisce prontamente mettendoci in difficoltà (5-3). Il muro dei padroni di casa limita i nostri attacchi (10-6) e Romagnano vola (15-7). La frazione è compromessa (20-15); qualche nostro timido tentativo di riaprire il set s’infrange sulla difesa sesiana e si va in parità (25-19): uno a uno. Terzo set. Giochiamo di nuovo molto bene e sfruttiamo al meglio il nostro servizio (2-5). Romagnano tenta di ricucire lo strappo ma siamo molto attenti e non concediamo nulla (5-10; 10-15). A questo punto succede l’impensabile (fino ad allora): il Pavic trova una serie di servizi eccellenti che stroncano la nostra ricezione; il loro muro spadroneggia sotto rete e ci facciamo riprendere (15-15); non abbiamo la modestia di ricominciare da capo anzi diamo solo l’impressione di giocare con tanta presunzione, con il risultato che facciamo un mare d’errori (20-16). Non contenti continuiamo a fare i “saputelli” e Romagnano ci sbatte in faccia un parziale di 15 a 2 e si aggiudica meritatamente (solo per il fatto di averci creduto!) il terzo set: due a uno per i padroni di casa. Quarta frazione. Risvegliati dalla lezione appena subita, partiamo di nuovo bene (2-5), incrementiamo piano piano il nostro vantaggio (7-10); respingiamo i tentativi del Pavic di riportarsi sotto (12-15) e, questa volta, siamo noi che manteniamo la calma e con un buon crescendo chiudiamo il set (14-20; 17-25). Quinta frazione. Visto quanto fatto nel quarto set, dovremmo giocare con più tranquillità cercando di sfruttare il piccolo vantaggio psicologico che ci siamo creati ma così non è: in pochi minuti il Pavic ci mette “in faccia” più volte le mani dei suoi “muratori” e scava subito il break vincente (4-3; 8-4). A nulla valgono le sospensioni, i cambi ecc. ecc. chiesti dal Coach, non mettiamo giù la palla mentre il Pavic vola (10-4). Purtroppo c’è una sola squadra in campo: il Pavic mentre noi sembriamo un gruppo d’amici che si sono trovati per caso in palestra a dare “due colpi” alla palla. Non riusciamo assolutamente a frenare l’impeto dei padroni di casa anzi abbassiamo la testa ed il Pavic chiude tra gli applausi del suo pubblico (15-8).
Commentare una gara del genere non è semplice; l’unica cosa che appare evidente è che purtroppo o giochiamo molto bene o giochiamo molto male, questo è un difetto che dovremo eliminare al più presto se non vogliamo ritrovarci a piangere sul latte versato (troppo tardi, quindi!). Coach Balsamo ha mandato in campo praticamente tutti i giocatori a disposizione ma la risposta dei vari atleti chiamati in causa è stata veramente poco significativa (dipenderà dal pallone?). Sapete, a volte… “la palla non è palla; la luce non è luce; il campo non è campo, eccetera, eccetera”. Mi pare di ricordare che una SQUADRA è composta da dodici o più giocatori, tutti sono fondamentali e devono fare sempre del loro meglio mettendosi al servizio dei compagni e cercare di sfruttare al meglio le occasioni che si presentano loro… Infine, se non mettiamo la palla per terra, non vorremo mica pretendere che gli avversari ci regalino il punto solo perchè siamo l’Olimpia Vercelli?

G.S. PAVIC – MOKAOR Vercelli: 3 – 2 (18-25; 25-19; 25-17; 17-25; 15-08).
Gombi (3); Oppezzo (16); Piazzano (22); Vincenzi (3); Gherardi (12); Caramaschi (5): Vancetti (libero); Innocenti (0); Bertolini F. (0); D’Amico (1); Morri (5); Marcotto (0).
Allenatore: Dario Balsamo;
Vice all. : Michele Bertolini.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*