venerdì , 20 settembre 2019
Novità
Home » miscellanea » G.S. PAVIC – Olimpia MOKAOR Vercelli

G.S. PAVIC – Olimpia MOKAOR Vercelli

CHE BATTAGLIA!

… CE LO ASPETTAVAMO E COSI’ E’ STATO! Il PAVIC Romagnano, come da sempre, è una squadra che, tra le mura del suo Palasport, deve essere presa con le molle. Portar via dei punti “da Loro”, non sarà facile per nessuno quindi… siamo più che soddisfatti del risultato ottenuto!

La gara.

G.S. PAVIC Romagnano – Olimpia MOKAOR : 2 – 3.
(25-22; 28-30; 25-23; 21-25; 11-15).
Mormone (1); Bertolini (13); Piazzano (23); Vincenzi (18); Gherardi (16); Marcotto (6); Carisio (L); Vancetti (0); Innocenti (1); Caramaschi; Abate; Lo Sapio.
Allenatore: Roberto Coscia; Vice all.: Sergio Vigliani.

Iniziamo la gara con grande attenzione e, fin dai primi scambi si capisce che sarà dura… molto dura! In ogni caso siamo noi che conduciamo le danze (5-3; 10-8). Il Pavic sembra patire il nostro ritmo mentre gli attacchi se le danno di santa ragione (15-13). Basta cedere qualcosa in rice ed ecco che i padroni di casa piazzano la zampata (19-20). Si prosegue punto a punto ma sono davvero bravi a non farsi più raggiungere (25-22). Secondo set. Il Romagnano innesta la quinta e gioca veramente alla grande (3-5; 8-10; 11-15). Per quanto ci riguarda, non riusciamo a mettere in difficoltà la ricezione del Pavic anche se ci riportiamo sotto (18-20). Gherardi finalmente, proprio dal servizio, trova lo spiraglio giusto e mette davvero paura al Romagnano (24-24). Di nuovo palla su palla, con un’estenuante altalena di emozioni (25-24; 26-25; 26-27; 28-28) fino alla nostra zampata vincente (30-28). Il Pavic accusa il colpo? Neanche per sogno! Si ricomincia a giocare come se nulla fosse (4-5; 10-8; 12-15; 18-20); con le squadre che fanno di tutto per superarsi (come dimostra l’alternanza nel punteggio): basta un errore o un’imperfezione e una squadra trova subito il break. Nella fase finale del set, siamo però noi che diamo l’impressione di “averne di più” (20-20). Alcuni errori (pochi a dire il vero!) ci costringono di nuovo ad inseguire (21-23; 22-24) ed il Pavic è davvero bravo a non farsi scappare l’occasione per chiudere (23-25). Quarto set. Non ci crederete ma entriamo in campo “assatanati”: vogliamo il quinto set ed imponiamo un ritmo vertiginoso (5-2; 10-4; 15-10). Il Pavic non si tira certo indietro ma il nostro muro e la nostra difesa “tagliano” le gambe all’attacco dei padroni di casa e chiudiamo il set in scioltezza (25-21).Quinta frazione. Si parte come se fosse il primo set (4-5; 8-7). Al cambio campo siamo davanti e piazziamo un break pesantuccio (11-7). Set finito? Non scherziamo… Romagnano ci mette le mani addosso ed impatta (11-11). Oh, mamma… che disastro! Ma cosa state dicendo! La premiata coppia Teo & Fra, contrattacca (il primo) e mura (il secpndo) senza lasciare scampo agli annichiliti avversari (15-11).
Esplode la gioia! Tutti sono consci del fatto che questa è un’altra gran bella vittoria ottenuta grazie al lavoro di tutti! Come ha detto Coach Coscia: “stiamo crescendo…”!!!

Ultimo pensiero: non mi capita molto spesso ma, ad onor del vero, avesse vinto Romagnano…. non avrebbe rubato niente! Questa è una gara dove si sente davvero il rammarico che nella pallavolo non esista il pareggio! Emblematico l’abbraccio tra Alessandro Donetti ed il nostro Simone Vincenzi che, fino a pochi minuti prima , si erano presi vicendevolmente a pallate.
Questo è lo spirito giusto… questo è lo spirito del Volley!!!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*