lunedì , 21 gennaio 2019
Novità
Home » fumetti » Intervista a Luca Baggio – vincitore di “Corti tra le nuvole 2009” ed ora ideatore di una sitcom “STRIPS!”

Intervista a Luca Baggio – vincitore di “Corti tra le nuvole 2009” ed ora ideatore di una sitcom “STRIPS!”

Strips! - La locandina

Strips! – La locandina

Michele Trecate – nel 2009 hai vinto il concorso “Corti tra le Nuvole” di Vercelli con il cortometraggio di Capitan Novara. Cosa ricordi di quell’esperienza?
Luca Baggio – È stata una magnifica esperienza che non dimenticherò mai! “Capitan Novara – Un Giorno da Supereroe” oltre ad essere stato il cortometraggio vincitore di Vercelli tra le nuvole 2009 è stato anche il primo cortometraggio realizzato dalla MadMirror Productions, gruppo di videomakers fondato nello stesso anno con lo scopo di riunire appassionati di cinema per la realizzazione di progetti video di vario genere! Ho un ottimo ricordo della manifestazione, di chi l’ha organizzata e dei suoi partecipanti, è un peccato che l’evento non si sia più ripetuto negli anni a venire.
Michele Trecate – quali sono le tue serie TV preferite e quali sono i programmi che guardi più spesso in televisione?
Luca Baggio – Non guardo molto la televisione per motivi di tempo; gli unici programmi che seguo sono le varie trasmissioni di Fabio Fazio (dal più famoso Che tempo che fa) e Le Storie-Diario italiano di Corrado Augias. Per quello che riguarda le serie tv ne seguo molte, (quasi sempre dal web!) la mia preferita è la sitcom The Big Bang Theory anche se prediligo sicuramente le serie animate giapponesi (gli Anime).
Michele Trecate – sei anche appassionato di cinema? Ci sono dei film che hanno segnato in qualche modo la tua formazione o che ti hanno particolarmente colpito?
Luca Baggio – Amo il cinema ma non sono un regista; sono prima di tutto un disegnatore laureato in scenografia; quello che mi ha sempre appassionato del grande schermo sono i film visionari, quelli in grado di dare forma e sostanza a ciò che altrimenti rimarrebbe relegato ai sogni o alle fantasie. Oltre a questo, essendo un disegnatore mi piace molto il cinema d’animazione dalla Pixar a Miyazaki, mentre un autore che stimo particolarmente per il suo gusto estetico è Tim Burton.
Michele Trecate – come ti è venuta l’idea di creare una sitcom?
Luca Baggio – Dopo aver realizzato diversi cortometraggi ed esserci accorti che non trovavano un pubblico né sul web, dove piacciono per lo più video demenziali, né nei concorsi di videomakers dove invece vanno per lo più prodotti concettuali, ho deciso di pensare a un qualcosa che potesse conquistare il vasto pubblico di internet! Coinvolgente e divertente, senza cadere nel Trash o nel “fatto male” tipico della maggior parte dei video di youtube. Da qui l’idea di una sitcom: un format che si presenta come divertente e seriale, due caratteristiche che penso siano la chiave per guadagnarsi una buona fetta di pubblico sul web!
Michele Trecate – perché pubblicarla direttamente su YouTube, hai provato anche a proporla a qualche emittente televisiva?
Luca Baggio – Non ho nessun contatto o conoscenza nel mondo della televisione, ed anche se fosse, dubito che un prodotto di livello semi-professionale possa essere trasmesso in televisione (nonostante nelle reti televisive nazionali vengano proiettati prodotti professionali di pessima qualità!). Inoltre, come dicevo prima, è una serie ideata appositamente per il web: in un futuro saremmo ben contenti se qualche emittente televisiva volesse proiettare la nostra sitcom, ma per ora youtube va benissimo.
Michele Trecate – come mai ambientarla in una fumetteria?
Luca Baggio – Questa domanda sarà anche la prima domanda del Diario di Produzione 001, il primo di una serie di video che verranno caricati sul canale della sitcom in cui spiegheremo diverse curiosità sul progetto e risponderemo alle domande del pubblico. Per una completa risposta a questa domanda vi rimando di conseguenza al Diario di Produzione 001 che uscirà quasi in concomitanza con l’episodio 1, il 23 gennaio 2013 sul canale youtube di Strips! Ora, giusto per non saltare totalmente la risposta, posso accennare che quest’idea mi balenava per la testa da parecchi anni ed era nata dal fatto che volevo sfruttare la fumetteria di un mio amico come location per qualcosa inerente al mondo dei fumetti, mondo capace di regalare infiniti spunti per battute divertenti e situazioni comiche.
Michele Trecate – sei a conoscenza di altre sitcom che sono state appositamente create per essere pubblicate sul web?
Luca Baggio – A livello di sitcom non conosco nulla, mi farò una cultura nei prossimi tempi giusto per vedere cosa offre “la concorrenza”. Ho invece seguito diverse web series realizzate da nostri coetanei italiani, le mie preferite sono in realtà forse le più famose; Freaks, Lost in Google e Kubrick-Una storia Porno.
Michele Trecate – chi si occupa della fotografia, della sceneggiatura, delle riprese video, del montaggio, del suono? Com’è composta la tua squadra? Come vi siete incontrati?
Luca Baggio – Il direttore della fotografia è Davide Gasparetto. I fonici in presa diretta sono Andrea Antoniotti e Mattia Loisi mentre il missaggio del suono è a cura di Carlo Rigamonti. Le riprese sono a cura mia, di Emanuele Fiorito il mio collega in regia (che si occupa anche del montaggio) e di Davide. Molte di queste persone lavoravano già all’interno della MadMirror Productions fin dai tempi del cortometraggio vincitore di “Vercelli tra le nuvole 2009”, altri invece li ho conosciuti appositamente per realizzare Strips! grazie anche alla giornata dedicata ai casting che si è tenuta un anno fa. Per quello che riguarda la storia, ho avuto il piacere di conoscere Demetrio Sacco, sceneggiatore di Roma, che si è rivelato un elemento importantissimo all’interno del progetto già comunque avviato prima del suo arrivo! Demetrio ha totalmente riscritto quella che era la sceneggiatura iniziale di Strips! per proporre non più una serie di episodi auto conclusivi (tipico da sitcom) ma un vero e proprio prodotto seriale, molto più vicino a quelle che possono essere le web series tradizionali.

Michele Trecate – chi sono gli attori? Puoi fare una breve descrizione dei rispettivi personaggi che interpretano?
Luca Baggio – la coppia dei protagonisti di questa sitcom è composta da Luca, il venditore di fumetti (Gabriele Ruffato) ed Eddy, il suo assistente Nerd (Edoardo Resta). La serie di vicende che faranno da filo conduttore tra le puntate ruota intorno al personaggio di Luca, mentre il personaggio che farà da protagonista nella maggior parte delle gag sarà Eddy. Man mano che le puntate si susseguiranno avremo modo di conoscere gli unici due clienti abituali del negozio: Greige, (Edoardo Barbieri) il rivoluzionario grunge che ha scambiato la fumetteria più per un centro sociale che per un negozio e Poppy (Selena Zanrosso), la ragazza cosplayer amante dei fumetti ed innamorata del povero Eddy. Inoltre, grazie al restilyng del negozio che Luca metterà in atto dopo qualche puntata per incrementare le vendite dei fumetti, arriveranno finalmente anche nuovi clienti tra i quali una ingenua shojo girl di nome Miyuki (Giuditta Sartori)….
All’infuori di quelli che sono i clienti tipici del negozio, troviamo Anita (Marta Ponti) la terribile fidanzata di Luca che ha dichiarato guerra a tutto ciò che è il mondo “sfigato” del suo fidanzato, costringendolo a cambiare vita….
Michele Trecate – rimarrai sempre dietro l’obiettivo o avrai anche un ruolo da attore?
Luca Baggio – No, questa volta resterò sempre dietro la macchina da presa a differenza dei tempi in cui interpretavo Dan, un giovane fan di Capitan Novara. Mi sono reso conto di quanto lavoro ci sia dietro a una produzione del genere, (seppur molto piccola) e di conseguenza era necessario che la figura del produttore della serie potesse dedicarsi esclusivamente a tutti gli aspetti della produzione, dalle idee fino al montaggio, passando per l’organizzazione e le riprese. Utilizzare tempo ed energia anche per studiare le battute e provare le scene in prima persona avrebbe portato via risorse a quelle che sono le mie mansioni primarie, oltre al fatto che non avrei potuto dirigere al meglio le scene se mi fossi trovato dall’altra parte dell’obiettivo. Insomma, avrei finito per fare troppe cose fatte male!
Michele Trecate – spesso si pensa che pubblicare un bel video su YouTube sia sufficiente per ottenere un’immediata visibilità nel breve termine a livello nazionale. In realtà, per raggiungere questo scopo è necessario avere anche le capacità ed il tempo necessario per promuovere il proprio lavoro. Ti appoggi a ad un ufficio stampa o ad un gruppo di PR?
Luca Baggio – Purtroppo il binomio “bel prodotto” – ”successo garantito” non funziona per nulla sul web. Se non si è già conosciuti è impossibile che un video raggiunga numeri considerevoli di visualizzazioni! L’unica maniera che si ha per sfondare se non si è ancora conosciuti è quella di parlarne il possibile e in continuazione ad amici ed amici di amici sperando che il messaggio si espanda a macchia d’olio e, soprattutto, utilizzare la grande forza connettiva e comunicativa dei social network come Facebook e Twitter, dove siamo presenti con pagina e profilo ufficiale di Strips!. La Sitcom. Però questo spesso non basta, perchè quasi sempre il proprio prodotto non riesce ad andare oltre alle cerchie degli amici.. Per questo ci siamo appoggiati all’ufficio stampa della Emmetre Edizioni che cura la nostra sui social network e i comunicati stampa ufficiali.
Michele Trecate – oltre alla sitcom, hai altri progetti in ballo? Vuoi parlarmene?
Luca Baggio – No, per ora non ho altri progetti video in programma. Strips! è un progetto full time che impiega gran parte del tempo a mia disposizione. Per il futuro, se questa prima stagione avrà successo, stiamo già prendendo in considerazione l’idea di scriverne una seconda, quella in cui si concluderanno le vicende iniziate in questo primo atto.


Il canale YouTube di Strips!

http://www.stripslasitcom.it/

Il trailer…

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*