domenica , 20 ottobre 2019
Novità
Home » miscellanea » LA S2M MOKAOR RETROCEDE IN C

LA S2M MOKAOR RETROCEDE IN C

S2M MOKAOR – Lilliput Settimo T.se      2-3      25/15 – 25/18 – 12/25 – 18/25 – 11/25
S2M Mokaor:  Bosso, Negro, Siega , Borrini F., Di Rosa, Atanassi, Olivieri, Fabbian, Zambon, Chieregato, Segnan,  Zardo(L);  All. Bussi 
 

Era necessario una vittoria da tre punti contro il Settimo,  per la S2M Mokaor, in modo da  poter tenere vivo il lumicino di speranza di rimanere nella quarta serie nazionale.
 

Ma purtroppo nell’ ultima gara interna, questa ipotesi non solo non si è avverata, ma addirittura è arrivata, in modo deludente,  una altra sconfitta.
E pensare che la Mokaor entra determinata in campo e con una condotta di gara molto positiva, domina il primo ed il secondo set con parziali di 25/15 e 25/18, che lasciano annichilito il Lilliput.
Ma dal terzo set in avanti, il Settimo cambia ritmo e la S2M invece torna  giocare male come già visto purtroppo in molte altre gare.
Con una ricezione pessima, che ha creato un gioco prevedibile e generato a sua volta un  attacco scontato o con errore, le vercellesi lasciano le torinesi padrone del campo, che vincono sia  il terzo set per 12/25 che il quarto per 18/25. Da segnalare la debache delle bicciolane nella quarta frazione, che sul 18/17, riescono a subire un parziale di 0-8.
Si va dunque all’ inutile tie break, per la classifica di entrambe le formazioni.
Ma anche nella penultima giornata, il quinto periodo è indigesto alla Mokaor, che come nei precedenti cinque, viene sconfitta in modo netto per 11/15, senza che ci sia una minima reazione emotiva.
 

Il 2-3 rimediato al Palapiacco contro le torinesi, ha dunque matematicamente condannato la Società del Presidente Borrini alla retrocessione in serie C.
Contemporaneamente la sconfitta solo per 3-2 del Canavese, ha meritatamente salvato le eporediesi, che alla luce di quanto fatto in campo e con una squadra giovanissima, hanno dimostrato di essere assolutamente degne di rimanere in serie B2, per la grinta e la voglia di giocare,  vista in ogni incontro disputato dall’ inizio dell’ anno sino ad oggi.
 

Purtroppo il ritorno della S2M nei tornei regionali è un brutto colpo per la Società biancorossa, che piena di entusiasmo ed aspettative dieci mesi or sono aveva acquisito i diritti della serie B.
Di certo l’ annata non è stata delle più felici per la Mokaor, che tra infortuni, conduzioni tecniche deficitarie (basti pensare alle due sconfitte contro Ivrea) e scelte di atlete non all’altezza della situazione, aveva avuto un percorso molto travagliato.
Ma contrariamente a quanto si possa pensare, gli errori sono nati solo  per un  eccesso di umiltà da parte della Dirigenza biancorossa, che alla luce della nuova categoria, aveva cercato di scrollarsi di dosso la conduzione famigliare che stata una caratteristica sino allora vincente di 12 anni.
Lasciando nelle mani di persone dimostratesi alla lunga solo un danno per tutto il movimento, la S2M ha subito troppo passivamente delle scelte che si sono dimostrate assolutamente negative, segnando indelebilmente  il cammino della stagione 2007/2008.
 

Ma pur triste, questa retrocessione non è del tutto negativa per la S2M, che comunque è contentissima di questa stagione, nonostante il mancato obiettivo.
L’anno di anno di esperienza nella Serie Nazionale ha aperto gli occhi alla Dirigenza vercellese, che oltre ad avere dimostrato che l’ avventura in serie B era pienamente alla portata delle bicciolane, ha fatto in modo che la vecchia dirigenza si ricompattasse, riprendendo in mano saldamente le redini della Associazione, facendo delle scelte coraggiose negli organici  e riuscendo a far ritornare finalmente uniformi gli intenti della Associazione.
Questa situazione sarà importantissima per il proseguo delle prossime stagioni, nelle quali sembra chiaro che l’ obiettivo di tutto lo staff S2M, oltre alla continua crescita del settore giovanile, sarà quello di un immediato ritorno in serie B, ma stavolta per meritocrazia e utilizzando solamente le risorse in linea con i dettami societari.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*