venerdì , 20 settembre 2019
Novità
Home » miscellanea » Ma.Gi.A Torino – Olimpia MOKAOR: 3 – 2.

Ma.Gi.A Torino – Olimpia MOKAOR: 3 – 2.

SAPEVAMO CHE SAREBBE …

… STATO DIFFICILE e, purtroppo, i nostri avversari hanno giocato una gran gara. Bravi! quindi ai padroni di casa (non certo ai loro tifosi!) ma bravissimi! a noi stessi: abbiamo affrontato questa ostica gara in condizioni che dire precarie è un eufemismo. Alle assenze “ingessate” di Teo Piazzano e Simo Vincenzi, si è infatti aggiunta anche quella di Costanzo ed infine, per non farci mancare nulla, Mattiussi era febbricitante da giovedì. Shakerate il tutto e vedete un po’ voi! Detto questo, non possiamo “accettare” proprio tutte le cose che durante la gara non siamo riusciti a fare e che hanno, ovviamente, condizionato la nostra prestazione ma, con tanta sana obiettività, ci prendiamo questo importante punticino strappato con il cuore agli avversari.

La cronaca. Fin dai primi scambi, appare chiaro che i torinesi non hanno nessuna intenzione di renderci la vita facile, anzi! Siamo bravi a tener botta e ad iniziare, utilizzando al meglio il servizio, a mettere pressione al Magia (5-4; 7-10). Approfittiamo di qualche incertezza in ricezione dei nostri avversari e piazziamo il primo allungo importante (9-15); vantaggio che manteniamo abbastanza agevolmente (15-20) e che, giocando con buona attenzione, riusciamo addirittura ad incrementare andando a chiudere il primo parziale meritatamente a nostro vantaggio (18-25). Molto bene, abbiamo fatto ciò che sapevamo potesse mettere in difficoltà i torinesi, gestendo al meglio i loro tentativi di riaprire il set. Se possibile, iniziamo il set ancora meglio andando subito in vantaggio (3-5) che incrementiamo senza troppo penare (6-10). Il Magia ovviamente, tenta di riportarsi sotto in tutti i modi ma senza particolari risultati (13-15; 15-18). Improvvisamente le nostre condizioni psicofisiche non certo ottimali ci presentano il “conto”: la nostra ricezione sbanda (20-18) ed il nostro cambio palla si spunta concedendo al Magia un break davvero pesante (22-18)! Reagiamo e ci riportiamo sotto al meglio (23-22; 24-23). Giochiamo anche la palla del possibile 24 pari ma, purtroppo, senza esito e si va quindi sull’uno a uno (25-23). Terzo set. Inspiegabilmente (o forse no!) accusiamo tutta la “fatica” e la delusione per come abbiamo chiuso il secondo set, le tossine ci attanagliano i muscoli ma soprattutto la mente e, in un amen, ci troviamo sotto ad un treno mentre il tabellone segna un “imbarazzante” 10 a 1. Tentiamo qualsiasi alchimia ma è davvero troppo pensare di raddrizzare una simile situazione (15-5; 20-9) anche se abbiamo, in qualche modo ripreso a giocare. I torinesi mantengono un buon cambio palla ed il set volge al termine mentre coach Coscia comincia a pensare al futuro (25-14). Quarto set. Coach Robi “crea” e manda sul parquet l’ennesima formazione: Fracassina (x Innocenti), Gherardi (x Argentero); inverte i centrali (Salza e Marcotto) e … perché non vi sembra abbastanza? Il Magia resta sorpreso? Non so ma di certo siamo noi che troviamo (non chiedetemi dove!) la forza per ritornare a giocare in maniera sufficientemente concreta e pur faticando (5-3; 8-10; 13-15) rimettiamo il naso davanti! Il nostro muro torna ad essere l’arma micidiale che ben conosciamo (17-20) e chiudiamo il set con un buon ritmo (21-25) rispedendo ai mittenti (quei tifosi insulsi del Magia) alcuni apprezzamenti che di sportivo avevano DAVVERO ben poco. GRAN SODDISFAZIONE!

Si parte per il quinto set. Inutile cercare giustificazioni: non ne abbiamo più! All’inizio veemente dei padroni di casa non riusciamo ad opporre alcuna resistenza ed il Magia vola (5-2; 8-4). Le nostre gambe sono molli, le menti “svagate” (10-5) e ci prende inevitabilmente il “braccino” (15-6) ma, sinceramente, rammaricarsi più di tanto sembra davvero inopportuno. Abbiamo messo in campo tutto quanto avevamo a disposizione quindi, per una volta, accontentiamoci! Ora, poniamoci un solo obiettivo: preparare al meglio il finale di stagione poi …  … …  si vedrà!

Ma.Gi.A. Torino vs Olimpia MOKAOR: 3 – 2.
(18/25; 25/23; 25/14; 21/25; 15/06).

Innocenti (4); Argentero (8); Protano (16); Mattiussi (7); Gherardi (11); Salza (15); Carisio (L); Fracassina (1); Bertolini (1); Marcotto (7); Gaspari (0). Allenatore: Roberto Coscia; Vice all.: Sergio Vigliani.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*