lunedì , 28 maggio 2018
Novità
Home » miscellanea » Nuovo allenatore per la S2M Volley in serie C.

Nuovo allenatore per la S2M Volley in serie C.

Dopo  Bussi, che la Società ringrazia per l’ aiuto dato negli ultimi tre mesi di questa annata e che ha dimostrato di essere un ottimo mister oltre che un amico, ha deciso di lasciare Vercelli per tornare al maschile nella vicina Santhià, nonostante lo staff bicciolano avrebbe volentieri trattenuto il Mister di Torino, la dirigenza ha cercato di avere in Società un allenatore che, oltre che guidare la formazione di serie C e la Under 16, potesse essere anche un coordinatore di tutte le squadre nel sodalizio.
 

Dopo alcune trattative con allenatori molto importanti, la scelta per questo ruolo è ricaduta su Cristiano Mucciolo, la passata stagione ad Ovada in serie C e supervisore delle formazioni giovanili delle alessandrine.
 

Il giovane  tecnico torinese, nato nel Capoluogo di Regione il 23 ottobre del 1976, vanta un passato di atleta in serie C e B2.
 

Dal 2003 ha poi intrapreso la carriera di tecnico guidando il Bruzolo con la promozione in serie C, il Giaveno per due stagioni in Serie C con un 4° posto assoluto ed infine nel biennio sportivo 2006-2008 l’Ovada, che ha condotto ai Play-Off per la salita in B2, sfiorando il grande salto con una squadra neppure favorita..
 

Un Mister dunque giovane, preparato e disponibile a coordinare, non solo la pianificazione della prima squadra, ma anche il  progetto di crescita del settore giovanile della S2M e che sarà a tempo pieno nelle palestre vercellesi.
 
In settimana le atlete (confermate e nuove) ed il coach, si troveranno per due sedute di allenamento per poter conoscersi meglio e per poter permettere a Mucciolo di valutare il reale potenziale delle biancorosse.
Sono anche state avviate alcune trattative con nuove giocatrici, che potrebbero migliorare il già ottimo organico della Mokaor.
Ma per ora la Dirigenza deve condividere con il Mister le decisioni, preferendo attendere le conferme effettive dei trasferimenti, piuttosto che  fare nomi o proclami inutili.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*