venerdì , 15 novembre 2019
Novità
Home » miscellanea » Olimpia MOKAOR Vercelli – Tecnosystem PIOSSASCO.

Olimpia MOKAOR Vercelli – Tecnosystem PIOSSASCO.

BRAVI… NOI!

… ABBIAMO MANCATO IL BRAVISSIMI perchè abbiamo giocato un secondo set, per usare un eufemismo, molto sotto tono! Un pubblico numeroso e, soprattutto, fantastico “uomo in più” ha sottolineato con grandi applausi la buona gara disputata da Capitan “Teo” (sempre più a suo agio nel suo ruolo) & Soci. Al cospetto di un ottimo team qual’è il Piossasco, otteniamo una bella ma soprattutto convincente vittoria.

La gara.

Olimpia MOKAOR – Tecnosystem PIOSSASCO: 3 – 1.
(25-18; 18-25; 25-18; 25-14).
Mormone (7); Bertolini (13); Piazzano (13); Vincenzi (11); Gherardi (18); Caramaschi (0); Carisio (L); Vancetti (2); Marcotto (4); Innocenti (1); Abate; Lo Sapio.
Allenatore: Roberto Coscia; Vice all.: Sergio Vigliani.

… Iniziamo la gara con grande attenzione ma, forse, un pò troppo contratti. Tutti i “Boys” sanno che sarà una gara difficile e molto importante e questo li frena un pò troppo. Il Piossasco si dimostra subito una buona squadra che non è venuta a Vercelli per “veder le stelle”. Si gioca palla su palla, con gli attacchi che la fanno da padrone (5-4; 10-9). La nostra ricezione tiene molto bene e consente a Mormone di variare il nostro gioco d’attacco anche se i torinesi non mollano certo la presa (15-13). Gherardi va a servire e trova una serie veramente pesante mettendo in crisi la ricezione avversaria; il nostro contrttacco fa il resto è scaviamo un break notevole (20-13). Il set termina qui; i torinesi ci provano ma noi manteniamo il cambio palla e chiudiamo in scioltezza (25-18). Coach “Robi” sprona i “Raga” e si raccomanda di non pensare che il Piossasco tiri i remi in barca. Che profeta! Dopo i primi scambi (5-4) Piossasco comincia a picchiare dal servizio (7-10), la nostra rice va in gondola (11-15), il cambio palla scende ad un disastroso 11% ed i torinesi volano (15-20). Ne combiniamo tante quante Carlo in Francia e ci ritroviamo in parità (18-25).
Terzo set. Si riparte all’insegna dell’equilibrio (5-4) ma, palla su palla, si accende il nostro istinto killer (10-5); diventiamo implacabili in cambio palla (grande “Jack”) e devastanti in contrattacco (vai Fra!) (15-7). I torinesi ci provano comunque ma “Simo”, “Ghipa” e capitan “Teo” mettono a terra qualsiasi cosa (20-15). Mormone dal servizio tira delle “stufe” che affondano le ultime velleità dei torinesi (20-18). Cambiamo campo ma non ritmo anzi, se possibile, lo aumentiamo ancora e dopo i primi scambi (5-4) tutti cominciano a “sentire” la vittoria; “Fra” e “Teo” ricevono alla grande, Gianni si sbizzarisce e “Simo” piazza un mostruoso 100% (10-7; 15-11). Coach Coscia carica la sua “truppa” e tutti rispondono presente! Il nostro muro diventa invalicabile e la difesa tiene su anche le zanzare (20-12). La gara finisce qui, Piossasco alza bandiera bianca mentre i nostri picchiano ancora più forte (25-14). Il saluto tra le squadre sottolineato dagli applausi del pubblico chiude una gara intensa e, a tratti, spettacolare.
Una vittoria che ci impone di credere come non mai nei nostri mezzi. Se saremo capaci di giocare in questa maniera, tutti al servizio degli altri e con un unico scopo, ci toglieremo tante soddisfazioni. Bravi!

L’ultimo pensiero ai direttori di gara… veramente all’altezza della partita e, pressochè, impeccabili…

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*