giovedì , 21 marzo 2019
Novità
Home » miscellanea » S.Anna TO – Olimpia MOKAOR Vercelli

S.Anna TO – Olimpia MOKAOR Vercelli

BELLA PROVA DI TUTTO L’ORGANICO che in un’oretta scarsa sistema la pratica S.Anna. La gara , di fatto, non c’è mai stata se si fa eccezione per la fase centrale del secondo set dove, a causa di una nostra eccesiva rilassatezza, i giovanotti di San Mauro ci costringono – giustamente – a pensare alla gara e non al dopo partita. Da segnalare il ritorno sul campo di “Paolino” Oppezzo dopo tanto penare e periodi di alti e bassi! Ora sicuramente avremo un’arma in più con la speranza che, per lui, sia davvero finito questo periodaccio…

La gara.

S.ANNA Pescatori (TO) – Olimpia MOKAOR: 0 – 3.
(17/25; 22/25; 10/25).
Mormone (0); Vincenzi (18); Piazzano (11); Bertolini (6); Gherardi (6); Marcotto (1); Carisio (L); Vancetti (0); Innocenti (2); Caramaschi (6); Oppezzo (3); Abate.
Allenatore: Roberto Coscia; Vice all.: Sergio Vigliani.

Avevamo le facce “giuste” e fin dal riscaldamento si respirava aria di grande determinazione: Capitan Teo Piazzano e la sua banda, davano l’impressione di non voler davvero lasciare niente agli avversari e così è stato! Con un avvio bruciante mettiamo subito le cose in chiaro (1-5) e i giovani del S.Anna accusano il colpo. Non lasciamo nessuna iniziativa agli avversari e continuiamo a macinare gioco e punti (4-10; 7-15) dando la netta impressione che il set è a nostro completo appannaggio (12-20). Chiudiamo con tranquillità senza problemi particolari (17-25). Al cambio di campo, coach Coscia raccomanda immediatamente di non abbassare la tensione agonistica… non lo avesse mai detto! Due a zero per i torinesi con due errori nostri! Rimettiamo le cose a posto (3-5; 7-10) ma non giochiamo più con la cattiveria messa in mostra nel set precedente; qualche nostro errore di troppo riapre il set (15-14; 18-16) con i padroni di casa che tentano in tutti i modi di allungare. Siamo bravini a non lasciare che ciò accada e, tornando di nuovo ad alzare il ritmo e, soprattutto, stando attenti a non commettere più errori, ci riportiamo in vantaggio (18-20) e chiudiamo la seconda frazione con un bel crescendo (22-25). Terzo set. Coscia dà un pò di riposo a Gherardi e Mormone, mandando in campo fin dall’inizio Caramaschi ed Innocenti che giocano davvero bene. Giochiamo con un’intensità superiore anche alla prima frazione ed i passaggi ne sono la testimonianza (1-5; 2-10; 6-15). Spazio anche a Vancetti (perfetto in ricezione) chiamato a sostituire capitan Teo (7-20) nonchè al doppio cambio con il “vecchio” Zio Paolino a chiudere set e partita (10-25).
Che dire… temevamo questa partita e, proprio per questo, l’abbiamo preparata bene ed affrontata con il giusto spirito, consapevoli di avere tutto da perdere e niente da guadagnare se avessimo giocato male. Abbiamo, invece, giocato anche della buona pallavolo (quando sei avanti di così tanti punti sembra tutto più facile) dimostrando anche un buon stato di forma: il miglior viatico per il prosieguo del campionato… sempre una partita alla volta, mi raccomando!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*